Scozia e indipendenza: 10 fatti curiosi

scoziaA distanza di 300 anni dall’unificazione delle corone, il voto referendario potrebbe renderla di nuovo indipendente: questa settimana la Scozia è l’incognita che pesa sui mercati finanziari e zavorra la sterlina, influenzando pesantemente il mercato valutario. Gli analisti si aspettano una settimana volatile soprattutto per quanto riguarda il forex, ma il risultato delle urne scozzesi potrebbe avere conseguenze a lungo termine, soprattutto in caso di vittoria del fronte indipendentista.

I bookmakers inglesi accettano scommesse da almeno un anno e anche i brokers consentono speculazioni sulla volontá dell’elettorato scozzese. Se hai un conto di trading puoi infatti puntare sulla tua previsione tramite le opzioni binarie. Molti gli operatori che offrono questo prodotto, tra questi anche IG, il broker leader nel trading con CFD.

Al di là delle analisi finanziarie, il dibattito ha però rigenerato la popolarità di questa nazione che conta poco più di 5 milioni di abitanti. Spesso associata erroneamente all’Inghilterra, la Scozia è una delle quattro componenti del Regno Unito (con la già citata Inghilterra e con il Galles e l’Irlanda del Nord).
Popolare per le cornamuse e i kilt, il whiskey e il famigerato mostro di Lochness, ecco 10 cose sulla Scozia che non tutti sanno:

1) L’animale ufficiale della Scozia è l’unicorno.
2) Il volo aereo più breve del mondo collega i due versanti dell’isola di Orkney: il viaggio si completa in un minuto e 14 secondi.
3) La Scozia ha la più alta proporzione di abitanti dai capelli rossi al mondo, il 13%.
4) La località St Andrews Links è considerata la patria del golf, visto che questo sport vi si gioca dal 15° secolo.
5) La città Aberdeen, terzo centro urbano della nazione, è la capitale europea del petrolio.
6) Il Parlamento scozzese è stato reintrodotto nel 1999.
7) La Scozia ha un sistema legale distinto dal resto del Regno Unito.
8) La Bank of Scotland, fondata nel 1695, è stato il primo istituto di credito a stampare banconote.
9) La Scozia ha tre lingue ufficiali: l’inglese, lo scozzese e il gaelico scozzese.
10) Gli scozzesi vantano inventori e invenzioni: la televisione (J. L. Baird), il telefono (Alexander Bell lo brevettò prima dell’italiano Meucci), la penicillina (I. Fleming), i logaritmi (J.Napier), i pneumatici (R. W. Thompson).