A 3 punti dalla Francia

partita italiaSiamo in dirittura d’arrivo: il biglietto per Francia 2016 è lì che ci aspetta, ma bisogna vincere sabato sera a Baku per mettere il punto finale sul discorso qualificazione, per poi affrontare la gara di martedì all’Olimpico contro la Norvegia con maggiore serenità.

L’Italia è saldamente in testa al girone con 18 punti, 2 in più rispetto alla Norvegia e 4 sulla Croazia. Gli Azzurri devono dunque vincere in Azerbaigian ma, se la Croazia, ora terza a 14 punti, non dovesse far punti contro la Bulgaria, si qualificherebbero matematicamente anche perdendo, ma in tal caso metterebbero a rischio il primo posto.

Nell’altra partita infatti c’è poco da sperare tra Norvegia e Malta, come confermano anche le quote delle scommesse Betfair sul match; occorre tenere dunque i norvegesi a debita distanza per poi affrontare la sfida dell’Olimpico con due risultati su tre a disposizione per arrivare primi. In trasferta l’Italia ha vinto a Malta e in Norvegia, ma ha pareggiato contro Croazia e Bulgaria, due mezzi passi falsi che grazie alla debacle croata non abbiamo pagato a caro prezzo.

Contro l’Azerbaigian, statistiche nettamente a favore dell’Italia che su 3 sfide ha ottenuto 3 vittorie, siglando 8 reti e subendone una lo scorso anno. A Palermo l’Italia infatti rischiò di non portare a casa i tre punti in una partita all’insegna di un solo nome: Giorgio Chiellini, autore di una doppietta, ma anche dell’autorete che segnò il momentaneo 1-1.

L’Azerbaigian in ogni caso è una squadra da non sottovalutare troppo, in quanto fuori dai giochi ma che esprime un bel calcio. Gli azeri sono stati capaci infatti di fermare sia la Norvegia che la Croazia, bloccate sul pareggio. Tra i padroni di casa mancheranno Huseynov, Nadirov, Aliyev e Javadov su tutti; qualche dubbio sugli attaccanti con le convocazioni di Qurbanov, ancora a secco in Nazionale e dell’esordiente Jafarov.

Da tenere d’occhio Nazarov, esterno del Karlsruhe, ma anche a capitan Sadygov che contro l’Italia collezionerà il gettone numero 100 in Nazionale.

Andamento casalingo altalenante per l’Azerbaigian che ha battuto Malta, ha pareggiato contro la Croazia, ma ha perso sia con Norvegia che con la Bulgaria, entrambe con un gol di scarto (0-1 e 1-2).

In casa Italia Antonio Conte come è noto ha perso in corso d’opera prima Berardi e poi Insigne, che hanno lasciato il ritiro in via precauzionale. In attacco ci sarà Pellè, ormai una certezza, che sarà affiancato dal ritrovato El Shaarawy e da Candreva, appena rientrato da un infortunio. Restano in panchina Eder, dato per titolare certo, Quagliarella, Giovinco e Zaza

A centrocampo per sopperire all’assenza di De Rossi, squalificato per due turni dopo l’espulsione contro la Bulgaria, dovrebbero giocare Pirlo e Verratti, affiancati da Bertolacci, preferito a Parolo. In difesa non ci dovrebbero essere novità, con la coppia bianconera Bonucci-Chiellini al centro e con Darmian e De Sciglio sugli esterni.

Queste dunque le probabili formazioni di sabato sera a Baku:

Azerbaigian (5-4-1): Agayev; Mirzabekov, Guseynov, Abisov, Sadygov, Medvedev; Ismaylov, Nazarov, Amirquliyev, Mammadov; Qurbanov. All. Prosinecki.

Italia (4-3-3): Buffon; De Sciglio, Chiellini, Bonucci, Darmian; Pirlo, Bertolacci, Verratti; El Shaarawy, Candreva, Pellè. All. Conte.